L'Avanti!


 

La Fondazione Di Vagno custodisce presso i propri archivi la raccolta de “l’Avanti!”, storico quotidiano dei socialisti italiani. Una testimonianza archivistica particolarmente rara che raccoglie un pezzo dell’Italia a cavallo tra l’800 e il ‘900.

In particolare la Fondazione vanta l’introvabile “numero unico” del 2 aprile 1893, documento di cui per anni si erano perse le tracce.

Il patrimonio archivistico de “l’Avanti!” è composto dalle prime tredici annualità: dall’anno di fondazione (25 dicembre 1895) fino al 1909 e dalla seconda metà del 1914 a tutto il 1917. 
Per gli anni dal 1914 al 1917 è doveroso rendere merito ai socialisti di Alberobello, e in particolare a Bruno De Luca e a Viviano Giuliani. Avendola  ereditata e custodita per anni, i due alberobellesi l’hanno affidata alla Fondazione per la conservazione e la pubblica fruizione. Ricordiamo che nel 1914 il quotidiano dei socialisti è diretto ancora da Benito Mussolini, offrendo la testimonianza del dibattito acceso tra interventisti e neutralisti.

Questo patrimonio archivistico-librario consentirà di effettuare documentate ricerche sul Socialismo massimalista e riformista nei primi anni del Novecento e sul contributo della Puglia nei primi anni di attività del Partito Socialista.

In totale ammontano a circa 30 le annate de "l'Avanti!" presenti nell'Archivio Biblioteca della Fondazione.