I Quaderni della Fondazione


 

Collana editata dalla Fondazione dal 2005 al  2009. Strumento che, alltraverso la raccolta di atti, si dimostra utile all'approfondimento di temi come la governance locale, il riformismo e la questione meridionale. Alcuni numeri sono dedicati alla scoperta di figure come Donato Jaja, Beniamino Finocchiaro, Rocco Errico, Vitantonio Lozupone.

 

numero 0, settembre 2005
"Esercizi di sussidiarietà - Il governo locale per le politiche sociali".
Raccolta degli atti del Convegno, svoltosi a Gioia del Colle il 24 novembre 2004.

numero 1, giugno 2006
"Atti della giornata di studi in onore di Donato Jaia (1839-1914)".
Contiene gli atti della Giornata di studi in onore di Donato Jaja svoltosi a Conversano nel novembre 2005 con la partecipazione di studiosi provenienti da tutt'Italia.

numero 2, dicembre 2006
"Riformismo tra storia e futuro".
Con gli interventi di Suppa, Fistetti, Di Gennaro, Colonna, Pellegrino, Massari, Vacca, Tulanti, Tamburrano, Macaluso, Gervasoni, Reichlin, Andò, Mastroleo, Preti.

numero 3, giugno 2007
Beniamino Finocchiaro.
Atti del seminario di studi, svoltosi a Bari il 18 dicembre 2006; a cura di Caterina Coco e Cesare Preti.

numero 4, gennaio 2008
"Cattolici e socialisti nella politica, oggi".
Atti del seminario di studi, svoltosi a Roma il 9 luglio 2007; a cura di Emanuele Ceglie Associazione "Socialismo è libertà".

numero 5, setembre 2008
"1973-1979: Scritto sui muri. Lotta politica negli scatti di Rocco Errico".
Catalogo della mostra fotografica, svoltasi a Bari, Conversano, Noci e Mola di Bari ottobre-dicembre 2008; a cura di Cesare Preti.

numero 6, giugno 2009
"Vitantonio Lozupone un centrista riformatore" a 10 anni dalla scomparsa.

numero 7, luglio 2009
"Lotta politica e Questione meridionale in Gaetano Salvemini".
Atti del seminario di studi, svoltosi a Bari il 16 novembre 2007. Interventi di Gerardo Bianco, Ennio Corvaglia, Vittorino Curci, Giovanni De Gennaro, Sabino De Nigris, Giulio Esposito,  Carlo Lacaita, Vito Antonio Leuzzi, Mina Nassisi, Cesare Preti, Giuseppe Ruggiero, Valdo Spini.